VIOLENZA DI GENERE: A SONDRIO SOTTOSCRITTO NUOVO PROTOCOLLO

Italia - Mondo

immagine articolo

SONDRIO - I rappresentanti dei 26 partner, fra enti pubblici e associazioni, con capofila il Comune di Sondrio, hanno sottoscritto questa mattina a Palazzo Pretorio, in Sala consiglio, il Protocollo d'intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere, in particolare nei confronti delle donne. Il documento sancisce e rinnova la collaborazione fra gli attori del territorio nell'impegno a promuovere e a comunicare iniziative e attività per contrastare un fenomeno presente anche in provincia di Sondrio.  Come ha evidenziato il sindaco Marco Scaramellini in apertura, l'azione più importante riguarda l'informazione e la sensibilizzazione dei cittadini, affinché tutti siano consapevoli della problematica. L'assessore alle Pari opportunità Barbara Dell'Erba ha ricordato come il vecchio testo, sottoscritto nel 2014, sia stato aggiornato e ampliato per adeguarlo alle nuove esigenze. Le parti hanno definito gli obiettivi del Protocollo d'intesa: promuovere e consolidare una rete antiviolenza raccordando i diversi soggetti, sviluppare procedure che permettano interventi tempestivi ed efficaci, promuovere azioni di sensibilizzazione, assicurare la necessaria integrazione tra le politiche locali, regionali e nazionali. Per ciascuno dei 26 firmatari sono elencati i diversi compiti. Sul territorio provinciale sono presenti un Centro antiviolenza e due Case rifugio e Strutture di ospitalità, a Sondrio e a Traona, che garantiscono un'ospitalità di pronto intervento, la prima, e un'ospitalità di primo e secondo livello, entrambe. Al tavolo, accanto al sindaco Scaramellini e all'assessore Dell'Erba, sedevano il prefetto Roberto Bolognesi, il presidente della Provincia Elio Moretti e il procuratore della Repubblica Piero Basilone che, per primi, hanno apposto la firma sul documento, seguiti dai rappresentanti dei partner presenti in Sala consiglio. Hanno sottoscritto il Protocollo il Comune di Sondrio, le cinque Comunità Montane, Provincia di Sondrio, Consigliera provinciale di parità, Prefettura, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, Ufficio Scolastico Territoriale, Ordine degli Avvocati, Ats Montagna, Asst Valtellina e Alto Lario, Associazione Il coraggio di Frida, Centro Rita Tonoli, Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione, Movimento Donne di Confartigianato Sondrio, Associazione di promozione sociale Metafamiglia, Soroptimist International Club di Sondrio, Associazione Argonaute, Ordine dei Farmacisti, Soroptimist International Club di Chiavenna, Coordinamento Donne Cisl, Agenzia per il lavoro “Immaginazione e lavoro”, Donne Cgil di Sondrio.