Al Centro per famiglie di Valletta Valsecchi il servizio sperimentale Psicologo in Comune

Cronaca

immagine articolo

MANTOVA - Il Comune di Mantova, per rispondere al mandato dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) e ai nuovi bisogni emersi dal territorio tra cui l’esigenza da parte di famiglie e cittadine e cittadini di supporto e orientamento nel fronteggiare temi dovuti all'acuirsi del disagio provocato dalla "coda lunga" dell’emergenza Covid-19 di stretta pertinenza delle discipline psicologiche, ha voluto impegnarsi per l’implementazione –  a livello locale – di azioni che rispondano alle finalità richiamate nel “Protocollo di intesa per la promozione del benessere psicologico delle cittadine e dei cittadini” sottoscritto dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) e dal Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (Cnop). Queste azioni si concretizzano, anche grazie al coinvolgimento dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia (Opl) quale articolazione territoriale del Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (Cnop), nell’avvio di un servizio sperimentale denominato “Psicologo in Comune” per il quale viene sottoscritto un apposito accordo di collaborazione: si tratta di una scelta amministrativa netta e pragmatica a partire dal livello istituzionale più prossimo ai cittadini per porre in essere una misura reale di welfare di prossimità in termini di servizi di sostegno psicologico accessibili alla cittadinanza. L’accordo di collaborazione è stato sottoscritto mercoledì 21 settembre nella Sala Consiliare dal sindaco Mattia Palazzi e dal tesoriere dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia Valentino Ferro. Prima della firma sono stati spiegati i contenuti del protocollo. Oltre a Palazzi e a Ferro, hanno parlato l’assessora alle Politiche e ai Servizi per la Famiglia Chiara Sortino, la dirigente del Settore Welfare Mariangela Remondini e la psicologa e psicoterapeuta referente per il progetto Cinzia Leoni. Era presente anche la referente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia (Opl) per il territorio di Mantova Rossana Cal. “Il servizio Psicologo in Comune che abbiamo voluto realizzare, in collaborazione con gli operatori del territorio – ha dichiarato il sindaco Mattia Palazzi -, risponde al crescente bisogno da parte di singoli cittadini e famiglie di avere un servizio territoriale di sostegno psicologico gratuito e di facile accesso. Sappiamo che in questi ultimi venti anni la sanità territoriale si è gradualmente impoverita e la pandemia ha dimostrato la miopia a danno delle comunità di questa visione. Proseguiamo quindi ad investire sul fronte del welfare di prossimità incrementando i molti servizi sociosanitari già attivi, avendo come priorità il benessere di tutti i cittadini”. “Grazie al costante e positivo lavoro di rete con gli attori del territorio e alla proficua collaborazione tra pubblico e privato – ha osservato l’assessore alle Politiche per la Famiglia e ai Servizi per la Famiglia Chiara Sortino - continuiamo a potenziare l’offerta dei servizi socio-sanitari, favorendo l’accesso alle iniziative e opportunità che promuovono benessere, prevenendo forme più complesse e gravi di disturbi e abbattendo gli stigmi sulla salute mentale. Da settimane stiamo lavorando in sinergia con i referenti regionali e territoriali dell’ordine degli psicologi per dare vita al nuovo servizio sperimentale dello Psicologo in Comune. Oggi l’emergenza sulla salute mentale è un tema poco considerato nelle agende degli amministratori. Il Bonus Psicologico è senza dubbio stato un tentativo per favorire l’accesso ma non è una misura sufficiente, sia perché i fondi stanziati non sono sufficienti a soddisfare le richieste già pervenute sul portale Inps, sia per la modalità di richiesta informatizzata che può rappresentare in partenza un ostacolo per molte persone. Dobbiamo quindi insistere su iniziative e servizi che investano sulla prevenzione e la cura in modo credibile, concreto e continuativo perché il benessere psicologico e la prevenzione devono essere oggi più che mai obiettivi primari da perseguire”. “Dopo due anni di pandemia abbiamo ampie evidenze dell'aumento significativo del disagio e di problemi psicologici – ha spiegato la presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia Laura Parolin -. Questa iniziativa è importante non solo perché permette di creare un canale gratuito e facilmente accessibile dove trovare un primo spazio di ascolto da parte di professionisti certificati ma anche perché valorizza la dimensione di prossimità propria del territorio comunale promuovendo il benessere psicologico delle cittadine e dei cittadini. E' un esempio concreto di collaborazione virtuosa tra Istituzioni come auspicato dal Protocollo di Intesa nazionale siglato tra Cnop e Anci". Di che cosa si tratta? E’ un servizio comunale sperimentale, gratuito, aperto a tutti/e i/le cittadini/e del Comune di Mantova che mira alla promozione del benessere e alla prevenzione del disagio grazie alla presenza di tre operatori, con la qualifica di Psicologi-Psicoterapeuti, che garantiranno otto sedute psicologiche a chi ne farà richiesta con la successiva possibilità di valutare, caso per caso, la prosecuzione del percorso a seconda degli specifici bisogni.

La finalità

Tre le finalità: accogliere tempestivamente la prima domanda di aiuto psicologico da parte di cittadine e cittadini e rendere loro più facile l’accesso ad una presa in carico di primo livello;avvicinare la domanda di supporto psicologico all’offerta di servizi specialistici di secondo livello, ai servizi sociosanitari e sociali presenti sul territorio, contribuendo alla costruzione o al potenziamento delle reti formali e informali di presa in carico delle famiglie e di cittadine e cittadini; esercitare funzioni di prevenzione, diagnosi ed intervento precoce sulle forme di disagio psicologico all’esordio o di minore gravità ma anche funzioni di consulenza, valutazione e supporto psicologico in condizioni che non richiedono interventi specialistici o prese in carico multidisciplinari di lungo periodo. A partire da lunedì 26 settembre sarà possibile ricevere tutte le informazioni di carattere generale sul servizio e fissare un primo appuntamento contattando o: il numero +39 329 9560438 (disponibile anche WhatsApp) attivo nei seguenti giorni e orari:  martedì, mercoledì, venerdì, dalle 8:30 alle 13 dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 19; oppure inviando una mail a: psicologo@comune.mantova.it . Il servizio sarà operativo presso la sede del Centro per le Famiglie ‘Insieme’ ubicata in via Ariosto n. 61 (quartiere di Valletta Valsecchi) in un nuovo spazio dedicato, rinnovato e accogliente che garantirà inoltre la massima privacy e riservatezza.