Titolo: La Nuova Mantova

La voce dei quartieri

Visite: 173434

Non sei registrato? Registrati

Social

Pace contro terrorismo e odio

(Social)

Quartiere coinvolto: Centro storico

immagine articolo

Nel giorno in cui a Parigi si è tenuta la grande marcia repubblicana contro il terrorismo islamico a Mantova, ieri mattina, nel giardino di via Oglio (posto dietro la stazione passante Apam), il gruppo dei cittadini di viale Risorgimento (con la collaborazione de La Nuova Mantova) ha organizzato una lettura collettiva di brani sulla pace dei grandi personaggi della storia (compreso l'attuale Pontefice Papa Francesco, che su questo importante valore universale si è espresso già in diverse occasioni). Attorno agli alberi sono state collocate per l'occasione le bandierine tibetane e della pace. Inoltre in questo stesso giardino è stata allestita una piccola mostra di vignette dell'artista William Lugli. Intanto il gruppo ha deciso, in una riunione seguita dopo l'incontro di lettura, che sabato 7 febbraio prossimo si terrà nel viale il primo carnevale del quartiere. L'intenzione è quella di chiedere la collaborazione di altri gruppi della zona e la partecipazione di tutti i bambini residenti. Sarà un altro momento di aggregazione e di festa per strappare il viale al degrado. 

La prima passeggiata della befana in viale risorgimento

(Social)

Quartiere coinvolto: Centro storico

immagine articolo

È stato un momento di allegria e di puro divertimento soprattutto per i bambini.E "La Nuova Mantova" non si è lasciata sfuggire questa occasione per parteciparvi. Il 6 gennaio scorso lungo viale Risorgimento si è tenuta la passeggiata delle Befane (una bella e una brutta). L'evento è stato organizzato dal gruppo "I cittadini di viale Risorgimento", da alcuni mesi attivo con incontri di socializzazione e culturali per strappare il viale dal degrado in cui stava cadendo. La passeggiata è partita da un luogo simbolo, ovvero la stazione passante di viale Risorgimento col retrostante giardinetto di via Oglio addobbato ad hoc per le feste natalizie. Le Befane hanno incontrato Don Alberto, parroco delle chiese di S.Spirito e di S.Egidio e i fedeli del S.Spirito alla conclusione della cerimonia religiosa delle 11. Poi si sono dirette anche nei tre dei quattro bar aperti lungo tutto viale Risorgimento e viale della Repubblica. Ha commentato una bambina divertita che ha partecipato alla passeggiata: "È stata la più bella Befana della mia vita". Archiviata questa iniziativa si sta organizzando un'altra: quella del Carnevale. E anche in questo caso c'è tanto entusiasmo da parte degli organizzatori. Nel frattempo, per i cittadini di viale Risorgimento, presso la sede del sindacato Fna Confsat di viale Montello 18 inizieranno gli incontri organizzati dall'Istituto di Criminologia Fde sulla percezione della paura.  

Secondo evento green nel giardinetto

(Social)

Quartiere coinvolto: Valletta Valsecchi

immagine articolo

Angolo d’Olanda in Valletta Valsecchi. Ieri pomeriggio il gruppo “Insieme per Valletta Valsecchi” armato di vanghe, picconi e palette ha messo mano agli spazi verdi: nel giardinetto pubblico di via Ariosto, dietro al chiosco dell'ex fiorista, attorno a due alberi ha piantumato bulbi di tulipani e di altri fiori. È il secondo evento green in questo spazio verde. Il primo si è tenuto sabato 8 novembre con la pulizia delle panchine e la raccolta delle foglie. «L'azione svolta – spiega Marina Galateo, la referente del gruppo – porta con sé un messaggio simbolico fortissimo. Nell'ottica del continuo rafforzamento dei legami tra persone, si cerca di piantare la speranza di una rinascita sociale e individuale che si nutra di bellezza e collaborazione». All'iniziativa green ha collaborato anche La Nuova Mantova. 

Una festa all'insegna di ubuntu

(Social)

Quartiere coinvolto: Valletta Valsecchi

immagine articolo

Un’ iniziativa che ha visto anche la collaborazione de “La Nuova Mantova”. Il 4 ottobre 2014 in viale Ariosto nell'ambito della festa “Riviviamo la piazza”, si è tenuto  un momento di multiculturalità intitolato “Ubuntu ” (che nella cultura sub-sahariana significa “Io sono perché noi siamo”), organizzato da Marina Galateo del Social Street di Valletta Valsecchi.  Tutto ha avuto inizio alle ore 16 con “Vignettando”, con la mostra dell'artista mantovano William Lugli, che ha presentato le 10 vignette  create ad hoc per l'occasione. È seguito “Coloramondo”, momento dedicato ai bambini che hanno potuto esprimere la loro idea di multiculturalità, traducendola in disegni che sono stati poi esposti sulla vetrina riservata al Social Street. Alle 16,45 altro momento di “Ubuntu”: lo spazio “Sporchiamoci le mani”, con i colori a dita. Protagonisti sempre loro i bambini che hanno lasciare le impronte colorate su una tela bianca che è rimasta esposta come ricordo e testimonianza della giornata. Questa tela, nelle intenzioni di Marina Galateo, potrebbe essere esposta un giorno anche all'interno del chiosco dell'ex fiorista di via Ariosto. Alle 17 spazio alla musica, grazie alla band della Chiesa Evangelica di Lunetta che ha proposto a grandi e piccoli musiche sulla pace, intervallate dalla lettura di brevi brani sulla multiculturalità. Al termine sono stati distribuiti dolcetti multietnici, confezionati da mamme di diverse etnie. <<È stato un momento di condivisione e di arricchimento reciproco – ha detto Marina Galateo – anche attraverso il cibo e i sapori delle diverse culture». 

Forte simbolo non di guerra ma di pace

(Social)

Quartiere coinvolto: Lunetta

immagine articolo

Il 31 di agosto 2014 nel parco del Forte di Lunetta si è tenuto un momento di gioco e di riflessione sulla pace. Protagonisti i bambini del quartiere che hanno potuto non solo giocare, ma anche disegnare e leggere aforismi dei grandi personaggi che hanno dedicato la loro vita per gli altri, per un mondo migliore. Ad organizzare questo evento culturale sono stati Il gruppo Scout Agesci Mantova 9, il nostro gruppo de La Nuova Mantova, la Chiesa Cristiana Evangelica di Lunetta e Giachery. Presente anche il vignettista mantovano William Lugli che ha mostrato le sue vignette sulla violazione dei diritti umani, guerre e profughi. «La festa - ha detto William Lugli - è stata un trionfo sotto tutti gli aspetti: lettura aforismi, meditazione, musica e canzoni sulla pace. I bambini erano entusiasti e partecipi». La mostra ha riscosso molto successo ed è stata guidata dallo stesso autore. I bambini hanno potuto disegnare sulla pace con la guida di Lugli e di Mara Zanetti. A condurre il momento della lettura degli aforismi sulla pace è stato Antonio Cirigliano, in collaborazione con Marina Galateo. Presente anche il vicesindaco Espedito Rose che ha molto apprezzato l'iniziativa. Il Forte è diventato simbolo di pace. E chissà se un giorno venga totalmente aperto al pubblico, attualmente è accessibile solo il bel parco attrezzato.

INIZIATIVA PULIZIA SPONDA LUNGOLAGO MANTOVA

(Social)

Quartiere coinvolto: Centro storico

immagine articolo
SABATO 28 GIUGNO 2014

Due ore per ripulire le sponde del lago.

Il gruppo La Nuova Mantova con gli scout: “Abbiamo raccolto di tutto” (Voce di Mantova, 29 giugno, p.6).

In solo due ore riempiti 13 sacchi di rifiuti. Sulle sponde del lago superiore ieri mattina sono entrati in azione i componenti del gruppo de “La Nuova Mantova”, che con il contributo determinante di alcuni cittadini molto sensibili alle tematiche ambientali e dei ragazzi del gruppo scout Agesci “Mantova 11” hanno pulito una parte del lago dai rifiuti. È stato trovato di tutto. In un punto addirittura erano visibili strati di immondizia. Segni della presenza di bivacchi notturni di gente incurante dell'ambiente e della cosa pubblica.

«Abbiamo trovato di tutto in alcuni punti. Ogni commento è superfluo, resta solo molta amarezza per quanta strada si debba fare verso la civiltà» ha affermato Mara Zanetti del gruppo. Antonio Gualtieri: «Ho partecipato all’iniziativa, non pensavo di trovare una situazione così degradata e che mi ha colpito molto. Rifiuti di ogni genere, tra cui siringhe, preservativi, valigie, scarpe, fialette di sostanze chimiche, bottiglie, plastica. In parte galleggiante in acqua, vicino alle sponde, in parte affondati. Invito la cittadinanza ad organizzare sempre più iniziative di questo tipo. Non possiamo far finta di niente. Prendiamoci cura dell'ambiente in cui viviamo».

Torna su
Chiudi Large image